“Colui che desidera ma non agisce genera pestilenza.”

William Blake

Verso una psicologia dell’essere e l’autorealizzazione

“Quali sono le attitudini che favoriscono la salute psicologica, in ogni suo aspetto?” Abraham Maslow è stato uno dei primi psicologi a tentare di rispondere a questa domanda. Infatti, prima delle sue ricerche, la psicologia era concentra soltanto a curare la malattia, e non si preoccupava di spiegare le caratteristiche della salute.

La tesi principale di Maslow è che per raggiungere il pieno benessere psicologico abbiamo il compito di autorealizzarci, ovvero, di attualizzare tutto il nostro potenziale, perché è proprio il potenziale inespresso che causa i conflitti interiori.

“L’essere umano reca in sé una pressione verso l’unità della personalità, l’espressività spontanea, l’individualità ed identità piene, la ricognizione della verità anziché la cecità rispetto ad essa, la creatività, la bontà e molte altre cose. Se questo nucleo essenziale della persona viene frustrato, negato o represso, ne risulta la malattia, talvolta in forme evidenti, talvolta in forme sottili e devianti, talvolta immediatamente, talvolta alquanto più tardi.”

Abraham Maslow

Abraham Maslow afferma che le capacità sono anche dei bisogni

In poche parole, ognuno di noi ha delle particolari capacità che hanno il vero e proprio bisogno di essere attualizzate e vissute. I conflitti interiori che proviamo nascono quando scegliamo consapevolmente di essere meno di ciò che potremmo essere.

“Le capacità pretendono di essere usate, e cessano di protestare soltanto quando sono usate bene. Vale a dire, le capacità sono anche bisogni. Non soltanto è divertente impiegare le nostre capacità; ciò è anche necessario, per poter crescere. L’abilità, la capacità e l’organo lasciati inattivi possono finire per costituire un centro di malattia o di atrofia, o per scomparire, minorando così la persona.”

Abraham Maslow

Nella mia vita, il modo migliore che conosco per sentirmi infelice è non esprimere le mie peculiari abilità: è passare la giornata a non fare un cazzo, invece di onorare la mia vocazione che, nel mio caso, è l’amore per l’apprendimento.

Verso una psicologia dell’essere e l’inconscio

È come se le capacità, i valori, le virtù e i talenti fossero dei semi al nostro interno che vogliono germogliare e fiorire: quando ci prendiamo cura dei nostri semi, diamo vita a uno splendido giardino; invece, quando ignoriamo i nostri semi, i semi marciscono e causano un odore sgradevole. Infatti, non possiamo mentire a noi stessi, perché, come dice Abraham Maslow, l’inconscio tiene i conti.

“Ogni crimine contro la propria stessa natura, ogni atto malvagio, viene registrato senza eccezione alcuna nell’inconscio, e fa sì che disprezziamo noi stessi. L’inconscio tiene i ‘conti’. Se facciamo qualcosa di cui ci vergogniamo, l’inconscio lo ‘registra’ al nostro passivo; mentre se facciamo qualcosa di onesto, o di bello, o di buono, lo ‘registra’ a nostro credito. Il risultato netto, in ultima analisi, sarà dell’una o dell’altra specie: o rispetteremo e accetteremo noi stessi, o ci disprezzeremo e ci sentiremo spregevoli, privi di valore, indegni di amore.”

Abraham Maslow   

In ogni istante della nostra esistenza abbiamo la possibilità di ignorare i nostri valori oppure di rispettare i nostri valori. È proprio attraverso le piccole scelte che effettuiamo nel presente che creiamo il nostro futuro e diamo vita a delle spirali di negatività o di positività.

Il tuo potenziale ha bisogno di essere espresso.

In un certo senso, superare i conflitti interiori significa scoprire e rispettare i propri valori, ovvero, diventare una persona autentica e indipendente. È la consapevolezza della nostra inautenticità che ci fa stare male, è l’immagine della persona che potremmo essere ma che scegliamo di non diventare.

L’autorealizzazione e le emozioni negative

Le emozioni negative, a parte casi particolari, sono utili perché ci segnalano che c’è qualcosa che non va nel nostro comportamento o nel nostro ambiente e perciò ci possono aiutare a cambiare. Per questa ragione, le emozione negative non scompariranno mai del tutto dalla nostra vita, nemmeno attraverso l’auto-realizzazione.

Tuttavia, nelle persone che tendono all’autorealizzazione le emozioni negative scaturiscono da problemi reali, mentre nelle persone affette da conflitti interiori le emozioni negative scaturiscono da problemi nevrotici.

“Il senso di colpa intrinseco è la conseguenza del tradimento della propria intima natura, o sé; un deviare dal sentiero dell’autorealizzazione, ed è, essenzialmente disapprovazione di sé ben giustificata. Considerando le cose a questo modo, è bene ed è persino necessario, per l’evoluzione di una persona, sentire il senso di colpa intrinseca quando essa merita di provarla. Non si tratta semplicemente di un sintomo da evitare ad ogni costo, ma si tratta piuttosto di una guida interiore all’accrescimento verso l’auto-realizzazione del sé reale, e delle sue potenzialità.”

Abraham Maslow   

Per esempio, io ho iniziato il mio percorso di crescita, più o meno, dieci anni fa e, grazie al lavoro su di me, sono diventato una persona completamente diversa da quella che ero, ma nonostante ciò ancora oggi mi capita di avere delle giornate no. Infatti, l’idea di poter raggiungere un punto nella vita in cui non facciamo più esperienza di emozioni negative è soltanto un’idea, e un’idea anche abbastanza ingenua.

Ciò che è cambiato è sicuramente la qualità delle mie emozioni in generale, sto molto bene per la maggior parte del tempo, provo soddisfazione più di frequente e più profondamente ma, a volte, come chiunque affronto delle difficoltà.

In conclusione, non puoi scappare dal tuo potenziale, puoi, sì, scegliere di non dare vita alla migliore versione di te stesso, ma ne pagherai a caro prezzo le conseguenze, facendo esperienza di insoddisfazione e costanti conflitti interiori.

Acquista il libro su Amazon.it 
(Acquistando il libro tramite il link, mi aiuterai a creare altri articoli come questo: guadagnerò una piccola percentuale sulla vendita del libro, ovviamente senza nessun costo aggiuntivo per te. Grazie mille!)