“I Principi del Successo” di Jack Canfield può essere definito una bibbia della crescita personale. Infatti, il libro è una raccolta dei 64 principi più importanti che portano al successo, nei vari ambiti della vita. Ho scelto di condividere 4 dei principi di cui non avevo ancora parlato nelle recensioni dei libri precedenti.

CHIEDI! CHIEDI! CHIEDI!

“Le persone hanno paura di molte cose, come sembrare bisognose, sciocche e stupide. Ma soprattutto hanno paura di sperimentare il rifiuto. Hanno paura di sentire la parola no. La cosa triste è che in realtà stanno rifiutando se stesse anticipatamente. Stanno dicendo di no a se stesse prima che chiunque altro abbia la possibilità di farlo.”

Ogni volta che rifiuti te stesso, prima di poter essere accettato, la tua autostima ne risente. Infatti, inconsciamente, affermi di non meritare di raggiungere i tuoi obiettivi.

Quando vuoi parlare con qualcuno che ti piace, ma esiti, non stai facendo altro che affermare di non essere abbastanza. Quando vuoi fare domanda per il lavoro dei tuoi sogni, ma esiti, ti stai rifiutando da solo.

Immagini di ricevere un rifiuto perché è già accaduto in passato. Proietti le tue paure e le tue insicurezze nei comportamenti degli altri. Ti aspetti, a priori, di venire respinto. I tuoi pensieri negativi, però, la maggior parte delle volte, non hanno nulla a che fare con la realtà.  Sono solo seghe mentali.

L’unico modo per scoprire la risposta ad una tua richiesta è provare a chiedere. Prenditi il rischio di chiedere. Potresti ricevere un sì.

ESPRIMI GRATITUDINE PER IL TUO PASSATO POSITIVO

La maggior parte delle persone ha l’abitudine negativa di dare più importanza ai propri fallimenti che ai propri successi. Poiché durante l’infanzia, spesso, figure importanti come genitori, allenatori o insegnanti prestano maggiore attenzione agli errori, ai fallimenti e alle sconfitte che alle vittorie dei bambini.

Infatti “Il cervello ricorda più facilmente gli eventi che sono stati accompagnati da emozioni forti.”

Se ti chiedessi di elencare 10 successi che hai avuto negli ultimi sette giorni, probabilmente, faresti molta fatica. Invece, non avresti alcun problema a ricordare tutti gli errori che hai commesso.

In realtà, ognuno di noi ha più successi che fallimenti. Purtroppo, però, abbiamo una concezione irreale di ciò che definiamo “un successo”. Ovvero, non celebriamo le nostre vittorie perché non le percepiamo come vittorie.

Trasferirsi in una nuova città, imparare una nuova lingua, trovare un nuovo lavoro, diventare indipendente. Sono dei grandi successi che sfortunatamente, spesso, passano inosservati.

Se la tua definizione del successo è guadagnare milioni, vivere in una villa ad Hollywood e guidare una Ferrari, ti auguro buona fortuna, ma probabilmente continuerai a “fallire” ed a sentirti miserabile per molti anni, prima di poter raggiungere la tua visione.

Quando definisci qualsiasi cosa tu ottenga come un fallimento, la tua autostima ne risente. E con una bassa autostima, smetterai di provare a raggiungere ciò che vuoi; inizierai a credere che sia impossibile.

“Alcune ricerche hanno mostrato ripetutamente che più riconosci i tuoi successi passati, più acquisti fiducia per assumerti nuovi impegni e realizzare con successo nuove imprese. Sai che anche se fallirai, questo non ti distruggerà, perché la tua autostima è alta. E più rischi, più vinci nella vita. Più tiri effettui, più probabilità hai di segnare punti.”

Inizia a percepire ogni piccolo passo che fai verso i tuoi obiettivi come un grande successo, e ti assicuro che sarai molto più felice.

DÌ SEMPLICEMENTE DI NO!

Imparare a dire “No” è importante quanto imparare a dire “Sì”. Come ti comporti quando un tuo amico ti chiede di prestargli dei soldi? Accetti anche se, in realtà, non vuoi farlo, oppure, sei pronto a rifiutare?

È incredibile come le persone, a volte, facciano cose che non vogliono fare. In passato, ho commesso anch’io quest’errore. Fortunatamente, però, ho imparato la lezione.

Se dici sempre “Sì”, ho una buona notizia per te: puoi rifiutare tutto ciò che non vuoi fare, puoi dire “No!” alle richieste altrui, è semplice fidati. Non rispettare la tua volontà, i tuoi bisogni, mettere sempre gli altri prima di te stesso, per essere accettato, è segno di bassa autostima. Smettila di farlo!

Smettila di preoccuparti di cosa potrebbero pensare gli altri, se rifiuti di fare ciò che ti chiedono. Infatti, se inizierai a dire “No”, quando necessario, verrai rispettato per la tua schiettezza ed il tuo coraggio.

Non fare lo sbaglio, però, di diventare una testa di cazzo. Se sei stato una persona passiva per tutta la tua vita, per un breve periodo, potrebbe essere anche utile, ma, una volta che hai imparato a dire “No”, non fare l’errore opposto. Se vuoi fare qualcosa, accetta; se non vuoi fare qualcosa, rifiuta. Spesso, tendiamo a complicare le cose anche quando sono semplici.

ESERCITATI AD ESPRIMERE UN APPREZZAMENTO FUORI DAL COMUNE

“Devo ancora trovare un uomo, per quanto sia eminente la sua posizione, che non abbia svolto un lavoro migliore e non abbia compiuto uno sforzo più grande con uno spirito di approvazione anziché uno spirito di critica.”

In tre anni a Londra, ho cambiato tre volte posto di lavoro, sempre per lo stesso motivo. Non mi sentivo apprezzato. Lavoravo duramente, ma quello facevo non veniva riconosciuto. Probabilmente, in questo momento, stai affrontando lo stesso problema.

Infatti, “Uno studio recente sul management ha rivelato che il 46% dei dipendenti che abbandonano una società lo fa perché non si sente apprezzato; il 61% ha dichiarato che il capo non dà loro molta importanza come persone, e l’88% ha detto di non ricevere il riconoscimento per il lavoro che svolge.”

Se vuoi essere un ottimo manager, imprenditore, allenatore, marito, genitore o semplicemente un ottimo amico devi imparare ad apprezzare gli altri.

“Le persone che fanno una differenza nella tua vita non sono quelle con più credenziali, più denaro o più premi. Sono quelle a cui importa di te. Se vuoi essere ricordato come una persona importante per la vita di qualcun altro, fallo sentire apprezzato.”

Acquista il libro su Amazon.it 
(Comprando il libro tramite il link mi aiuterai a creare altri articoli come questo, Grazie!)

Iscriviti al canale YouTube.

Seguimi su Facebook.