Svegliarsi la mattina alle sei oppure rimanere a letto fino a tardi; fare colazione con della frutta oppure abbuffarsi di brioches; lavorare con passione e dedizione nonostante i risultati esterni sembrino non arrivare, oppure arrendersi ripetendosi che qualcosa succederà; guardare la televisione prima di andare a dormire oppure leggere un buon libro; fare palestra 3 volte a settimana oppure passare il pomeriggio giocando al computer.

Moltiplica queste piccole scelte per 10 o 20 anni ed avrai dei risultati e delle vite completamente differenti. Sono le piccole scelte che facciamo ogni giorno che causano dei grandi cambiamenti nella nostra vita, sia in meglio che in peggio.

L’unico vero segreto per avere successo è fare costantemente la scelta giusta, però la scelta giusta spesso non è la più attraente e nemmeno la più semplice: per esempio, finire di guardare l’ultima stagione del Trono di Spade sarebbe molto più facile che registrare questo video, ma se voglio avere successo su questo canale so perfettamente cosa devo fare.

Se avessi deciso di guardare per tutto il giorno le 10 puntate del Trono di Spade sarei andato a dormire tardi e mi sarei svegliato stanco e senza energie, e non sarei riuscito a finire questo video, probabilmente avrei perso fiducia e avrei ripetuto lo stesso sbaglio, continuando a trascurare il mio lavoro, e una decisione apparentemente insignificante non mi avrebbe permesso di raggiungere il mio obiettivo.

Il problema principale è che non siamo coscienti delle nostre scelte. Fino a poco tempo fa credevo di lavorare 10 ore al giorno, in realtà lavoravo molto meno perché una grande parte di quello che consideravo lavoro era guardare video su Youtube o stare su Facebook.

Sono stato capace di accorgermene solamente perché ho scritto le ore che stavo passando seriamente a lavorare e le ore che, invece, stavo sprecando. Questa è una pratica utilissima per scoprire veramente quali sono le nostre abitudini in qualsiasi ambito;

per esempio, la possiamo usare per diminuire le nostre spese, perché se stai spendendo troppi soldi probabilmente non sai cosa ci stai comprando. E scrivendo ogni piccolo acquisto ne troverai moltissimi che non sono utili.

Già posso dirti che se ogni mattina fai colazione al bar spendi all’incirca 700 euro l’anno e che in 10 anni potresti arrivare a spendere 7000 euro solamente per fare colazione. Ora immagina quante altre piccole abitudini di cui non sei al corrente potresti trovare se iniziassi ad annotare le tue spese.

Ora cosa pensi? Che persone come Roger Federer, Michael Phelps e Tiger Woods hanno in comune? Tutti e tre conoscono un effetto che in inglese si chiama momentum, la traduzione più accurata che ho trovato è slancio. Momentum è lo slancio causato dalle piccole azioni che moltiplicate tra di loro in un lungo periodo di tempo danno risultati che aumentano esponenzialmente.

La maggior parte delle persone dopo aver ottenuto i primi successi smette di esercitarsi e, ovviamente, i risultati smettono di arrivare, così devono ricominciare da dove avevano iniziato, e spesso questo processo può andare avanti all’infinito se non se ne è coscienti. È un errore che ho fatto anche io molte volte e me ne sono sempre pentito.

Una navicella spaziale consuma la maggior parte del carburante per uscire dalla gravità terrestre. Infatti, iniziare da zero in qualsiasi ambito è la parte più complicata. Ora immagina una navicella che appena superata l’atmosfera ritorni sulla terra e ripeta la fase di lancio.

È completamente insensato abbandonare proprio quando si iniziano ad avere i primi risultati, eppure tante persone lo fanno. Chi raggiunge il massimo in ogni ambito continua a lavorare duramente basando ogni risultato su quello precedente ed è per questo che continuano ad avere sempre più successo.

Acquista il libro su Amazon.it (Disponibile solo in inglese)

Iscriviti al canale YouTube.

Seguimi su Facebook.