1. L’ostacolo è ciò che ci fa progredire

“L’ostacolo è ciò che ci fa progredire. Ciò che ostruisce la nostra via, diventa la via stessa.”

Questa frase dell’imperatore Marco Aurelio riassume perfettamente il libro di Ryan Holiday intitolato The obstacle is the way. Purtroppo molti di noi sembrano non essere al corrente di questa idea.

Infatti, abbiamo delle aspettative ridicole su cosa sia necessario fare per raggiungere i nostri obiettivi. Crediamo che sia possibile arrivare a dei grandi traguardi senza nessuno sforzo. Perciò, Non appena incontriamo il primo ostacolo, e possiamo esserne certi che lo incontreremo, ci buttiamo giù di morale ed entriamo nel panico.

La strada che immaginiamo dobbiamo percorrere dal nostro punto di partenza fino ad arrivare alla nostra destinazione non corrisponde mai alla realtà. Infatti, per raggiungere ciò che vogliamo, dobbiamo superare un’infinità di problemi che non prendiamo mai in considerazione all’inizio del nostro progetto.

Gli ostacoli che incontriamo sul nostro percorso sono lì per aiutarci a raggiungere ciò che vogliamo, sono le indicazioni stradali che il mondo ci offre. Il problema difronte a noi ora è esattamente ciò che dobbiamo affrontare e risolvere per avanzare verso il nostro obiettivo.

2. Controlla le tue emozioni

Quando affrontiamo dei problemi, dobbiamo imparare a rimanere calmi. Gli astronauti americani vengono addestrati a non entrare nel panico, perché nello spazio perdere la calma vuol dire sicuramente fare un errore fatale. Infatti, le decisioni che prendiamo quando siamo agitati sono quasi sempre sbagliate.

Il panico può essere evitato attraverso la familiarità. La Nasa, prima di ogni lancio, effettua centinaia di prove, simulando ogni piccola procedura nel dettaglio, così da eliminare la possibilità di stress negli astronauti.

Jhon Glenn, il primo americano a orbitare intorno alla terra, passò quasi un giorno intero nello spazio mantenendo il suo cuore sotto i cento battiti per minuto. Invece, noi, qui sul nostro pianeta, alle prime difficoltà con ostacoli molto più semplici da affrontare, perdiamo subito la calma.

Dobbiamo accettare il fatto che la vita è, in un certo senso, una successione di un problema dopo l’altro, non possiamo entrare in balia delle nostre emozioni quando incontriamo degli ostacoli. Infatti, crescere vuol dire affrontare sempre nuovi problemi. Se non stai affrontando un problema nella tua vita, probabilmente vuol dire che sei morto, oppure che stai regredendo sul tuo percorso.

3. Agisci

Molti di noi credono che magicamente un giorno saranno in grado di raggiungere grandi traguardi. In realtà, se non affronti il problema che hai difronte ora, non potrai essere in grado di risolvere un problema molto più grande in futuro.

Se non fai del tuo meglio nel tuo noioso lavoro in ufficio, cosa ti fa credere che sarai in grado di ottenere il lavoro dei tuoi sogni?

Non puoi sviluppare all’improvviso le qualità necessarie per raggiungere il tuo obiettivo, è per questo che qualsiasi problema stai affrontando, anche il dover pulire il pavimento con una scopa, ti offre l’opportunità per preparare il tuo carattere a superare ostacoli sempre più complessi in futuro.

4. La stasi non esiste

Infatti, la stasi non esiste. O stiamo migliorando nella nostra vita, ovvero, stiamo affrontando i problemi che ci si presentano a testa alta, oppure stiamo peggiorando. Il mito dell’arrivare, del finalmente non dover più affrontare problemi è proprio questo solamente un mito, dopo aver superato un ostacolo ne incontreremo sempre un altro, o come dice un proverbio haitiano dietro le montagne ci sono sempre altre montagne, e non c’è nulla di male in questo, anzi vuol dire che stiamo crescendo e siamo sul giusto percorso per diventare delle persone migliori.

Acquista il libro su Amazon.it 

Iscriviti al canale YouTube.

Seguimi su Facebook.