Imparare l’inglese

Il migliore investimento che chiunque possa fare, almeno secondo me, è imparare a parlare inglese. Sono un’infinità le ragioni per cui è fondamentale farlo, ma la più importante è che l’inglese ti permette di accedere ad informazioni di cui, altrimenti, non potresti essere al corrente.

Per esempio, ci sono moltissimi libri le cui idee hanno la potenzialità di migliorare profondamente la tua vita, come Mastery di George Leonard, che, per qualche arcano motivo, non sono stati ancora tradotti in italiano, e chissà semmai lo saranno.

Inoltre, ci sono canali YouTube e blog in inglese, praticamente su qualsiasi argomento tu voglia approfondire. Vuoi imparare a meditare, migliorare le tue relazioni, diventare finanziariamente indipendente, oppure diventare un programmatore? Molto probabilmente, online c’è un professionista che può insegnarti qualunque cosa tu voglia imparare, spesso senza pagare un soldo.

Ovviamente, bisogna sempre fare attenzione e usare un po’di buon senso, per capire se le informazioni che hai davanti siano valide o meno.

L’italiano non è abbastanza?

Ora, mi potresti dire che anche chi parla solamente italiano ha lo stesso tutte queste possibilità, ma fidati non è così. Il linguaggio della rete è senza ombra di dubbio l’inglese. Se non sai parlare inglese, non puoi avere accesso a un’infinità di informazioni gratuite dal valore inestimabile.

Qualche tempo fa, ho visto una presentazione di Jordan Peterson sull’importanza psicologica della storia di Caino e Abele che ha migliorato la qualità della mia vita, da un giorno all’altro, in modo tangibile. In poche parole, se non avessi imparato a parlare inglese, non sarei mai stato in grado di scoprire tutti quelli che oggi considero i miei mentori e di conseguenza la mia vita sarebbe un disastro completo.

Le informazioni a cui ho avuto accesso grazie all’inglese hanno un valore letteralmente inestimabile, è per questo che sostengo che imparare l’inglese è il miglior investimento che chiunque possa fare.

È stata una delle scelte migliori che abbia mai fatto, spero che anche tu prenda seriamente in considerazione la possibilità di fare altrettanto. Detto questo, voglio condividere alcuni accorgimenti, che mi hanno aiutato ad impararlo.

Consigli per imparare l’inglese

1. Se credi di non essere portato a parlare inglese, il primo passo è eliminare assolutamente questa credenza negativa. Se andavi male a scuola in inglese, non credere di non poterlo imparare oggi. Ovvero, non lasciare che un tuo fallimento passato influenzi negativamente il tuo presente. Questa idea è valida in qualsiasi ambito della tua vita, ma ancora di più quando si tratta della tua educazione personale.

2. Non focalizzarti troppo sulla grammatica e soprattutto non fare il perfezionista. A meno che tu non voglia diventare un professore o uno studioso di linguistica, non hai nessun bisogno di imparare ogni singola regola grammaticale. Non appena hai acquisito le basi della lingua, devi iniziare a metterle in pratica.

3. Leggi libri che aiutano l’apprendimento dell’inglese. Puoi trovarli in qualsiasi libreria, io ho iniziato leggendo le versioni semplificate dei grandi romanzi.

4. Trascrivi su un quaderno ogni nuovo vocabolo che impari. Una volta che avrai memorizzato circa 1000 parole, sarai in grado comprendere l’80% dei testi.

5. Guarda serie TV e film in lingua originale con sottotitoli in inglese. Dopo aver imparato a comprendere lo scritto devi imparare a comprendere il parlato. Una delle ragioni principali per cui c’è così tanta differenza nell’abilità di parlare inglese tra le nazioni del nord Europa e quelle del sud Europa è che in molte di queste nazioni le serie TV e i film non vengono doppiati, ma sono trasmessi in lingua originale.

6. Puoi imparare l’inglese nel tempo libero, secondo me, non serve spendere centinaia di euro in app o corsi pretenziosi, l’unica cosa necessaria è un po’di sana forza di volontà.

7. Quando avrai l’occasione, passa qualche mese all’estero per metterti alla prova in vere situazioni di vita. Non c’è niente di meglio per imparare qualsiasi lingua di una immersione completa nella cultura del posto.

8. Approcciati all’apprendimento dell’inglese come se fosse un gioco. Secondo me, imparare una nuova lingua è un po’come cercare di completare un puzzle gigantesco, inizialmente sembra una missione impossibile, ma più pezzi collochi al loro posto, ovvero, più vocaboli e modi di dire impari, più sarà facile completarlo. Quindi non buttarti giù alle prime difficoltà e impegnati finché il puzzle inizierà ad avere un senso.

Iscriviti al canale YouTube.

Seguimi su Facebook.