I segreti della mente milionaria di T. Harv Eker spiega dettagliatamente quali sono le differenze nel modo di percepire il mondo tra le persone ricche e di successo e le persone povere. Insieme a padre ricco padre povero costituisce la base per iniziare a migliorare il proprio aspetto finanziario.

È importante leggerlo perché ti renderai conto di tutti i pensieri e di tutte le credenze che non ti sono utili per rapportarti con il denaro. Infatti, il primo passo verso il cambiamento è essere coscienti dei propri errori.

Ricordo che la prima volta che l’ho letto ero quasi scioccato nello scoprire che il modo in cui mi rapportavo ai soldi era completamente sbagliato, in pratica mi ero riconosciuto in ogni modo di pensare caratteristico delle persone povere, e ovviamente il modo in cui pensavo rifletteva perfettamente il mio conto in banca.

LE PERSONE RICCHE SI CONCENTRANO SULLE OPPORTUNITÀ

Secondo te Mark Zukerberg mentre programmava, nel suo dormitorio a Harvard, quello che sarebbe diventato uno dei siti più conosciuti al mondo su cosa si stava concentrando? Pensava alle difficoltà di monetizzare la sua idea? Pensava a come poter attirare investitori? Pensava a come avrebbe fatto a risolvere i migliaia di problemi che sicuramente avrebbe dovuto affrontare?

Non c’è un modo per essere sicuri di cosa il nostro amico Mark stesse pensando in quei giorni, ma possiamo immaginare che tutto quello a cui pensava fosse solamente di finire di programmare il suo sito, e di come avrebbe aiutato le persone a comunicare in maniera più efficace.

Perché se si fosse fermato a pensare a tutti i problemi che avrebbe dovuto affrontare, non avrebbe mai iniziato a scrivere nemmeno la prima linea di codice. Purtroppo, concentrarsi sugli ostacoli è quello che la maggior parte di noi fa, e quando ci concentriamo su tutto quello che può andare storto ci facciamo immobilizzare dalla paura.

Sono sicuro che anche te hai già avuto un’idea da un milione di euro, il problema è che ti sei lasciato sopraffare da tutti i problemi che avresti dovuto risolvere per farla diventare realtà. Ovviamente, è successo molte volte anche a me.

I ricchi a differenza dei poveri non si fanno intimidire dai problemi che devono affrontare per ottenere quello che vogliono raggiungere. Come ho detto in altri video, ognuno di noi vede il mondo attraverso occhiali di colore diverso rispetto a ogni ambito della vita, e ad ogni colore corrisponde una credenza diversa. Le persone ricche hanno occhiali che gli permettono di vedere opportunità, le persone povere hanno occhiali che gli permettono di vedere solamente ostacoli. Invece di concentrarsi sul perché la propria idea possa fallire, si concentrano sul perché possa avere successo e su come possa offrire valore per gli altri.

In conclusione, per far diventare un’idea realtà dovrai saper risolvere i piccoli e grandi problemi che ti si presenteranno senza scoraggiarti, e avendo sempre chiaro in mente tutti gli aspetti positivi che potrai ottenere superandoli e realizzando la tua visione iniziale.

Quando vuoi iniziare qualcosa di nuovo nella tua vita che pensieri hai? Pensi a tutto quello che può andare storto? Oppure ti concentri sulle opportunità che avrai portando a termine il tuo progetto?

Qualche settimana fa ho tradotto un articolo fantastico di Mark Manson intitolato “Il principio del fai qualcosa” che è strettamente correlato a quello di cui sto parlando, ti consiglio vivamente di leggerlo.

LE PERSONE RICCHE AMMIRANO LE ALTRE PERSONE RICCHE E DI SUCCESSO

Il ragionamento è semplice e non fa una piega: non puoi diventare qualcuno che disprezzi. Ricordo di aver visto uno di quei quadri che si appendono in cucina con su scritto qualcosa del tipo “le persone povere sono sempre le più buone” il problema è che una credenza del genere implica che i ricchi siano sempre i più cattivi. Purtroppo, nella nostra società c’è questa credenza che le persone ricche e di successo hanno in qualche modo rubato la parte che spetta ai poveri e che per ottenere quello che hanno raggiunto hanno imbrogliato.

Succede questo perché cerchiamo di spiegare il mondo nel modo più facile possibile, ma la realtà è molto più complessa. I ricchi, il più delle volte, sono persone che hanno lavorato una vita intera per raggiungere i propri obiettivi per poi condividerne i frutti con la società, guarda per esempio Bill Gates la sua organizzazione di beneficienza aiuta milioni di persone in tutto il mondo a vivere una vita migliore.

C’è un senso di rabbia comune verso i ricchi che non fa altro che continuare a causare la povertà di chi lo prova. Per esempio, l’autore del libro racconta che dopo aver comprato una nuova Jaguar gli altri conducenti gli hanno iniziato a tagliare la strada, o a mostragli il dito medio senza motivo, e una volta gli è addirittura capitato che dei ragazzi gli lanciassero delle lattine di birra contro.

Come puoi diventare ricco se credi che per farlo devi rubare e imbrogliare? Come puoi diventare ricco se credi che i ricchi siano delle persone malvagie? Come puoi diventare ricco se disprezzi i ricchi?

Voglio farti una domanda e spero che tu sia veramente sincero con te stesso: che tipo di emozioni provi quando vedi qualcuno che ha quello che vorresti? Provi rancore, provi invidia, provi rabbia? Se così fosse devi fare un cambiamento radicale nel modo in cui pensi, infatti, una delle idee più importanti del libro è che bisogna apprezzare e benedire ciò che vogliamo. Apprezza e benedici ciò che vuoi.

Per esempio quando vedi qualcuno con una Jaguar invece di mostrargli il dito medio o di tagliargli la strada dovresti apprezzare e benedire il proprietario. Oppure, quando vedi un concorrente di successo, invece di essere invidioso, apprezza il duro lavoro che ha dovuto fare per arrivare dov’è.

Cambiando in positivo il modo in cui interpreti il successo degli altri avrai delle emozioni che ti ispireranno ad agire, invece che a immobilizzarti, così che anche tu possa un giorno avere ciò che oggi stai solamente apprezzando negli altri.

LE PERSONE RICCHE SONO PIÙ GRANDI DEI LORO PROBLEMI

Cos’è necessario che succeda per farti perdere la calma? Ti arrabbi quando tuo nipote di sei anni ti prende in giro? Ti arrabbi quando qualcuno ti supera in fila al supermercato? Fino a qualche anno fa, esageravo qualsiasi piccolo problema. Infatti, non erano i miei problemi a essere grandi, ma ero io a essere piccolo.

Se perdi la calma per delle sciocchezze, come potrai gestire un team di 10, 100, o 1000 persone, come potrai rimanere calmo quando dovrai finire un importante progetto in una settimana?

Ora ti starai chiedendo come faccio a diventare più grande dei miei problemi? Semplice, esci dalla tua zona di comfort e ti metti in gioco, probabilmente fallirai, ma sono proprio il fallimento e le esperienze negative che ti faranno crescere. Fallimento dopo fallimento, tentativo dopo tentativo, arriverà il momento in cui inizierai a vedere i primi risultati, e di conseguenza la tua fiducia in te stesso migliorerà. Puoi crescere e maturare come persona solamente quando sei costretto ad affrontare degli ostacoli. Mi dispiace ma non c’è nessuna scorciatoia.

“Il segreto del successo, amico mio, non è cercare di evitare o di liberarsi o nascondersi dai tuoi problemi; il segreto è migliorare te stesso così che tu sia più grande di qualsiasi problema.” – Passaggio tratto dal libro I Segreti Della Mente Milionaria Di T. Harv Eker.

Quelli che consideravo problemi 5 anni fa, mi sembrano stupidaggini oggi solamente perché mi sono sempre messo in gioco, ho sempre fatto le scelte più difficili. Se fossi rimasto nella mia zona di comfort, non sarei cambiato di una virgola.

E un altro buon motivo per crescere rispetto ai tuoi problemi è che così facendo sarai in grado di affrontare problemi sempre più complicati. Il tuo conto in banca è direttamente proporzionale alla tua abilità nel risolvere problemi.

Più problemi risolvi più soldi guadagni, più i problemi che risolvi sono difficili, più soldi guadagni. Per esempio, se lavori al McDonald cucinando hamburger, guadagnerai molto di meno rispetto a un chirurgo che fa trapianti di cuore. Il motivo principale è che è molto più facile trovare qualcuno che possa rimpiazzare un operaio del Mac che un Chirurgo che fa complicate operazioni a cuore aperto.

È un fattore di reperibilità: meno persone al mondo ci sono che possono risolvere il problema in cui ti sei specializzato, più soldi potrai chiedere per quello che fai. Prendiamo in considerazione Eleon Musk che vuole colonizzare Marte con la sua azienda Space X, per fare una cosa del genere dovrà essere capace di risolvere problemi che io e te nemmeno possiamo immaginare, e proprio per questo se ci riuscirà guadagnerà soldi che io e te nemmeno possiamo immaginare.

LE PERSONE RICCHE IMPARANO COSTANTEMENTE

“Non puoi imparare ciò che credi di sapere già” una volta che credi di essere arrivato, che credi di non dover imparare più nulla, il tuo declino sarà assicurato. Guardati intorno e scoprirai che le persone che sono attaccate alle proprie credenze sono ferme allo stesso punto da una vita, non riescono a cambiare perché non vogliono ammettere i propri errori.

Quando scopri delle nuove informazioni che mettono in crisi il modo in cui vedi il mondo hai due possibilità:

1) Puoi incazzarti e iniziare a difendere le tue credenze, in questo modo sarà impossibile imparare.

2) Puoi rimanere calmo e usare il tuo spirito critico e decidere se le nuove informazioni ti possano essere utili, oppure siano genuinamente stronzate.

Vuoi avere ragione o vuoi essere ricco e avere successo?

La stessa situazione si presenta quando una persona commenta arrabbiata su Youtube o su Facebook, un mio video o un mio post, infatti la sua reazione nasce perché il contenuto che ho condiviso va contro le sue credenze. E nonostante le idee che ho condiviso gli potrebbero essere utili decide di incazzarsi e scrivere un commento su come il suo modo di vedere il mondo sia quello giusto.

L’ho fatto anche io, mi ricordo di come quando ho ascoltato quelli che oggi considero i miei più grandi mentori pensavo che fossero dei coglioni, perché mi stavano dicendo che tutto quello in cui credevo e tutto quello che avevo fatto fino ad allora era sbagliato. Non qualcosa di semplice da mandare giù. Fortunatamente, però, ho messo da parte il mio orgoglio e ho riconosciuto i miei errori.

Non so te, ma io sinceramente spero di dover ammettere in continuazione di aver sbagliato perché vorrà dire che continuerò a migliorare e a crescere. L’abilità di migliorare la propria situazione è strettamente correlata alla capacità di ammettere i propri errori.

Acquista il libro su Amazon.it 
(Comprando il libro tramite il link mi aiuterai a creare altri articoli come questo, Grazie!)

Iscriviti al canale YouTube.

Seguimi su Facebook