FIGHT CLUB DI DAVID FINCHER

In questo video condividerò la mia interpretazione di figh club, un film che nel tempo è diventato meritatamente un cult. Se sei vissuto in una caverna per gli ultimi 18 anni e non lo hai ancora visto, attento agli spoiler.

UNA CRITICA AL CONSUMISMO

L’unico scopo nella vita di molte persone nella nostra società è quello di accumulare il maggior numero possibile di oggetti per migliorare il proprio senso d’identità. All’inizio del film, il protagonista di fight club, che non ha un nome perché potrebbe rappresentare ognuno di noi, racconta di aver commesso proprio questo errore.

Lasciamo nelle mani di esperti di marketing la scelta più importante che possiamo fare nella nostra vita, ovvero, decidere ciò per cui valga la pena lottare. Investiamo il nostro tempo cercando di raggiungere qualcosa che in realtà non vogliamo e che non potrà mai soddisfarci realmente.

Tuttavia, in qualche parte della psiche siamo al corrente di non vivere la nostra vita come vorremmo. Non avere il coraggio di scegliere il proprio percorso è la causa di molte delle nostre nevrosi o, in alcuni casi, addirittura della creazione di personalità multiple.

Il protagonista di fight club soffre d’insonnia perché è cosciente di odiare la sua vita, ma non ha la forza di fare qualcosa a proposito. L’insonnia rappresenta lo stato in cui si trovano le persone che non costruiscono un significato autentico per la loro vita, le quali non sono mai veramente morte e mai veramente vive.

LE CONSEGUENZE DELL’ALIENAZIONE

La frustrazione, che deriva dal vivere la sua vita dovendo rispettare dei valori che in realtà disprezza, diventa così insopportabile da portare il protagonista a creare un alter ego di nome Tyler Durden che si ribella verso tutto ciò che la sua normale personalità disprezza, ma da cui non ha il coraggio di liberarsi.

È questa la ragione per cui Tyler fa esplodere il suo appartamento e fonda il fight club. Sentite cosa dice quando il protagonista si lamenta di aver perso tutto quello che possedeva.

I membri del fight club non hanno uno scopo chiaro nella vita. Quando combattono, però, il loro scopo diventa il più basilare possibile, sopravvivere e sconfiggere il loro opponente. Per questo riscoprono improvvisamente il loro senso d’identità, infatti, hanno finalmente trovato qualcosa che dia un significato alla loro vita.

MEMENTO MORI

L’unica ragione per cui facciamo cose che non vorremmo fare è che crediamo ingenuamente di poter vivere per sempre. La morte aiuta a mettere tutto in prospettiva e a riscoprire ciò che è davvero importante per ognuno di noi. Infatti, è impossibile vivere una vita autentica senza accettare la propria mortalità. È per questo che Tyler costringe un commesso di un piccolo negozio, che aveva abbandonato i suoi sogni, a rivalutare le proprie scelte facendo finta di volerlo uccidere.

Solo accettando la nostra mortalità e l’assurdità dell’esistenza possiamo essere in grado di scegliere e costruire un significato autentico per la nostra vita, senza correre il rischio di adottare dei valori che ci vengono imposti dalla società o da figure esterne.

LA CREAZIONE DI UN’IDENTITÀ AUTENTICA

I membri del fight club, nonostante riescano a liberarsi dalle imposizioni della società, commettono ancora una volta lo stesso errore adottando la filosofia di vita di Tyler, senza metterla in discussione. Infatti, non scelgono uno scopo autentico per la loro vita, ma adottano lo scopo che Tyler gli ha fornito grazie al progetto Mayhem.

Il film ci vuole mettere in guardia perché quando le persone perdono la propria identità e il proprio scopo nella vita, come sta accadendo tuttora nella nostra società, tendono a seguire ideologie estreme, come quella del progetto Mayhem, e ad individuare le cause di tutti i loro problemi in unico capro espiatorio che in fight club è il consumismo.

Il film ci sprona ad accettare la nostra mortalità per poter essere in grado di vivere la nostra vita in accordo con un significato che abbiamo costruito coscientemente. Infatti, Con abbastanza forza di volontà possiamo smettere di seguire i valori scelti per noi dalla società o anche dalla nostra seconda personalità e diventare finalmente il nostro “io” autentico.

Acquista il libro su Amazon.it 
(Comprando il libro tramite il link mi aiuterai a creare altri articoli come questo, Grazie!)

Iscriviti al canale YouTube.

Seguimi su Facebook

Crediti immagine di copertina.