Riassunto e Citazioni dell’Arte Della Guerra Di Sun Tzu

Imparare l’arte della guerra e del pensiero strategico è di vitale importanza perché ognuno di noi è in una guerra costante tra la parte peggiore e la parte migliore di sé. Tu sei il tuo peggior nemico, per sconfiggere il tuo ego e raggiungere la vittoria, devi diventare un abile generale e uno stratega sopraffino. È questa, secondo me, la chiave di lettura migliore del trattato di strategia militare di Sun Tzu.

Pensare in modo strategico vuol dire cercare di raggiungere i propri obiettivi, creando dei piani a lungo termine basati su delle analisi scrupolose dell’ambiente circostante.

Purtroppo, la maggior parte delle persone non raccoglie abbastanza informazioni sul nemico, non analizza il campo di battaglia e non ha un piano preciso d’azione, ma vive giorno per giorno facendo sempre le stesse cose e, perciò, affronta sempre gli stessi problemi. Un generale che non pianifica le proprie mosse sarà sempre destinato a essere sconfitto.

“Il generale è il baluardo dello stato; se egli è perfetto sotto tutti i punti di vista lo stato sarà forte; se il baluardo è imperfetto lo stato sarà debole.”

Sono 7 i principi del pensiero strategico.

Il fine strategico

Il primo principio è il fine strategico. Per essere in grado di pianificare le tue azioni nel presente, devi avere un obiettivo chiaro nel futuro. Le tue abitudini quotidiane devono essere congrue al tuo fine. Per esempio, se vuoi perdere peso, come intendi vincere questa guerra, quali provvedimenti prenderai che ti aiuteranno a sconfiggere il nemico?

La tua visione ideale del futuro deve influenzare le tue azioni nel presente. Il generale deve sapere se la battaglia che sta combattendo oggi, lo condurrà all’obiettivo finale della vittoria.

“Non muoverti se non vedi un vantaggio; non usare le tue truppe a meno che non ci sia qualcosa da guadagnare.”

L’analisi strategica

Il secondo principio è l’analisi strategica. Per aumentare la probabilità di vincere la guerra, bisogna analizzare attentamente le forze del nemico, quali sono i suoi punti deboli e i suoi punti forti? Quali sono le opportunità e i pericoli del campo di battaglia? Per esempio, se vuoi trasferirti in una nuova città, devi avere chiari i rischi che potrai correre, per non farti trovare impreparato, e i vantaggi che potrai ottenere.

“Occorre comparare accuratamente l’armata nemica alla nostra, in modo da conoscere dove la forza è sovrabbondante e dove è carente.”

La preparazione strategica

Il terzo principio è la preparazione strategica. Sei pronto ad affrontare la guerra? Hai trovato una soluzione ai pericoli che dovrai affrontare? Sul campo di battaglia non puoi sapere esattamente cosa accadrà, perciò, è di vitale importanza migliorare le tue abilità per essere in grado di affrontare, in modo adeguato, i problemi che sicuramente incontrerai.

“L’abile comandante vince le sue battaglie soprattutto non facendo errori. Il non fare errori è a fondamento della certezza della vittoria, perché ciò significa battere un nemico che è già sconfitto.”

La concentrazione della forza

Il quarto principio è la concentrazione della forza. Per vincere la guerra devi convogliare le tue energie nel punto debole del nemico finché egli non si arrenderà. L’aspetto principale della strategia è trarre vantaggio dalle carenze del proprio rivale. Quindi, devi sapere quali azioni ti daranno i maggiori risultati nel campo di battaglia.

“Si può essere sicuri del successo dei propri attacchi solo se si attaccano luoghi privi di difese.”

L’esecuzione dettagliata del piano

Il quinto principio è l’esecuzione dettagliata del piano. Avere un piano perfetto non serve a nulla se non lo si applica. Una grande esecuzione di un grande piano porterà alla vittoria.

“Il generale che seguirà attentamente i miei consigli e agirà in conformità a essi, vincerà. Il generale che non vi presterà ascolto andrà incontro alla sconfitta.”

L’adattabilità

Il sesto principio è l’adattabilità. Infatti, Non esiste una strategia valida per ogni battaglia. In guerra le circostanze cambiano costantemente e il generale che non modifica di conseguenza i propri piani è destinato a fallire.

Per esempio, in ambito lavorativo, le aziende che sono inflessibili nel loro approccio vengono scalzate da aziende che, invece, si adeguano agli andamenti del mercato.

“Come l’acqua modella il suo corso secondo la natura del terreno su cui scorre, così il generale trova la vittoria in relazione al nemico che ha di fronte.”

Lo studio delle regole alla base dell’arte della guerra

Il settimo principio è lo studio delle regole alla base dell’arte della guerra. Non importa quanto possa sembrare caotico il campo di battaglia, ci sono delle regole che se vengono seguite e applicate aumentano drasticamente le possibilità di una tua vittoria. Qualsiasi sia l’ambito della tua vita che vuoi migliorare, esistono dei principi che possono aiutarti a raggiungere ciò che vuoi. Quindi, sarebbe una buona idea fare delle ricerche, studiarli attentamente e metterli in pratica.

“Il generale vincitore, prima che venga combattuta una battaglia, fa molte riflessioni nella sua tenda. Il generale che perde la battaglia non fa che pochi calcoli in anticipo.”

Potrebbe sembrare esagerato paragonare la propria crescita personale ad una guerra, ma, la vita, come dicono in molti, è sì un gioco, ma ha delle regole molte serie, e se non le rispetti dovrai affrontare le conseguenze disastrose della sconfitta, è questa, seconde me, l’arte della guerra.

Acquista il libro su Amazon.it 
(Comprando il libro tramite il link mi aiuterai a creare altri articoli come questo, Grazie!)

Iscriviti al canale YouTube.

Seguimi su Facebook