Lo psicologo americano Abram Maslow ipotizzò l’esistenza di una gerarchia dei bisogni che influenza il modo in cui ci comportiamo. Una volta che una persona ha soddisfatto i bisogni alla base della gerarchia, compare la necessita di appagare bisogni nuovi e sempre più complessi rispetto ai precedenti.

BISOGNI FISIOLOGICI

I bisogni primari sono i bisogni fisiologici che comprendono il bisogno di respirare, mangiare, bere, dormire e andare al bagno.

Per una persona che è estremamente affamata, non esiste alcun interesse al di fuori del cibo, qualsiasi altro bisogno passa in secondo piano e tutte le sue azioni sono rivolte a soddisfare la sua mancanza di nutrienti. La sua visione di un futuro perfetto è un luogo dove c’è un’infinità di cibo, e tende a credere che se solo potesse avere da mangiare sarebbe soddisfatto e felice per il resto della sua vita.

Fortunatamente, la maggior parte di noi non affronterà mai una situazione così estrema, e non ha problemi a provvedere per i propri bisogni fisiologici.

BISOGNI DI SICUREZZA

Subito dopo si manifesta la necessità di soddisfare i bisogni di sicurezza che comprendono il bisogno della sicurezza del proprio corpo, del lavoro, delle risorse e della famiglia. Già a questo punto della gerarchia molte persone hanno difficoltà a soddisfare i propri bisogni.

BISOGNI DI APPARTENENZA

Successivamente nasce l’urgenza di avere delle relazioni affettive come rapporti di amicizia, affetto familiare e intimità sessuale. Nella nostra società la gran parte dei problemi psicologici delle persone deriva proprio dall’incapacità di soddisfare adeguatamente i propri bisogni di appartenenza.

Ogni individuo ha il desiderio di ottenere un’alta autostima, un’alta percezione di sé stesso e apprezzamento e rispetto dagli altri. Abbiamo l’ambizione di raggiungere grandi traguardi per essere a nostro agio con noi stessi e con gli altri.

BISOGNI DI STIMA

L’appagamento dei bisogni di stima è alla base della sicurezza di sé, della convinzione del proprio valore come persona, della propria forza, e della percezione di sé come un individuo utile e indispensabile nel mondo.

BISOGNO DI AUTO-REALIZZAZIONE

È qui che la teoria di Maslow inizia a farsi interessante, infatti, a meno che una persona non segua di già la propria vocazione, anche dopo aver soddisfatto tutti i bisogni precedenti nasce la necessità di auto-realizzazione, ovvero il bisogno di raggiungere il proprio massimo potenziale. Come dice Maslow “Un musicista deve fare musica, un pittore deve dipingere, un poeta deve scrivere, se vuole essere davvero in pace con sé stesso. Un uomo deve diventare tutto ciò che può essere.”

Ovviamente il bisogno di auto-realizzazione si manifesta diversamente per ogni persona. In un individuo potrebbe prendere la forma del desiderio di diventare una madre ideale, in un altro potrebbe essere espresso atleticamente, in un altro ancora potrebbe essere espresso attraverso l’arte.

Anche se vivi una vita relativamente agiata, non riuscirai mai ad essere del tutto appagato fin quando non diventerai la migliore versione di te stesso, perché in fondo sarai cosciente che avresti potuto fare di più, e non lo hai fatto. Una volta ho letto una definizione di inferno molto appropriata: “Il tuo ultimo giorno sulla terra, la persona che sei diventata incontra la persona che saresti potuta diventare.”

LA MAPPA PER LA TUA CRESCITA PERSONALE

Il massimo sviluppo psicologico di una persona può avvenire solamente dopo aver soddisfatto i bisogni alla base della piramide di Maslow. La nostra società è sottosviluppata e non raggiunge il suo massimo potenziale perché la maggior parte di noi è ancora bloccata alla base della gerarchia dei bisogni. Il nostro compito è scalare la piramide il più in fretta possibile. Infatti, anche un poeta dal talento straordinario non si preoccuperà di scrivere poesie, se non ha del cibo da mangiare o un tetto sotto cui dormire.

Quindi, per essere in grado di esprimere tutto il tuo potenziale devi raggiungere un livello minimo di successo perché altrimenti sarai sempre occupato a soddisfare i tuoi bisogni primari. Come puoi aspettarti di studiare filosofia, di creare arte, di esprimere appieno il tuo talento, se non sai come pagare il tuo affitto alla fine del mese? Una persona che non è in grado di soddisfare i suoi bisogni fisiologici, di sicurezza, di appartenenza e autostima è in un certo senso come un leone che non ha imparato a cacciare.

La gerarchia dei bisogni di Maslow è molto utile perché la possiamo usare come una mappa per la nostra crescita personale. Per esempio, se hai delle mancanze evidenti nella tua piramide dei bisogni magari perché hai un lavoro insoddisfacente, hai una bassa autostima o non hai rapporti affettivi dovresti concentrare tutte le tue energie nella risoluzione di questi problemi. Se non lo farai, non sarai mai in grado di esprimere appieno il tuo potenziale che è ciò che ognuno in fin dei conti vuole fare.

Iscriviti al canale YouTube.

Seguimi su Facebook